Accennata per mesi, Google ha lanciato ufficialmente “Knowledge Graph”. La nuova tecnologia viene utilizzata per fornire fatti popolari su persone, luoghi e influenzerà i risultati tradizionali di Google. Inoltre permette a Google di muoversi verso un nuovo modo di cercare, non per le pagine che corrispondono ai termini di ricerca, ma per “entità” o concetti che le parole descrivono.

Grafico della conoscenza? “Grafico” è un termine tecnico usato per descrivere un insieme di oggetti collegati. Google ha utilizzato un “grafico di link” per permettere che le pagine si colleghino reciprocamente, al fine di aiutare a determinare quali sono popolari e rilevanti per ricerche particolari.

All’inizio di quest’anno, il Wall Street Journal aveva accennato qualcosa sul cambiamento. Sembrava più un’estensione di Google, piuttosto che un cambiamento così drammatico. Si tratta davvero di un grande cambiamento in linea con altri lanci importanti come la ricerca legata a Google Plus lo scorso gennaio e la “Ricerca Universale” nel 2007.

Ecco la dichiarazione di Google: “Quando si cerca, non siete solo in cerca di una pagina web. Stai cercando di ottenere risposte, conoscere i concetti ed esplorare. La prossima frontiera nella ricerca è quello di capire le relazioni del mondo. Così stiamo costruendo un grafico, una collezione di persone, i luoghi e le cose del mondo e come sono collegati gli uni agli altri”

Le parole, molto spesso, possono avere più di un significato. Con il Graph possiamo capire la differenza, e vi aiuta a restringere i risultati per trovare solo le risposte che stai cercando. Di seguito un video di casa Google:

Richiedi Informazioni

    Messaggio*:

    Condividi
    •  
    •  
    •  
    •  
    •  
    •