A tutti sarà certamente capitato di leggere “Not Provided” nell’elenco delle parole chiave che hanno portato traffico al proprio sito internet durante un’analisi tramite Google Analytics; ma non tutti sanno il perché di questa sigla.

Quando troviamo la sigla “Not Provided” significa che chi ha trovato il nostro sito internet l’ha fatto navigando in modalità loggata o in SSL ovvero in modo “criptato”; questo per mantenere il più intatta possibile la privacy dei navigatori e delle loro ricerche.

Alcuni credono non si tratti solamente di una questione di privacy, perché seppur adesso chi si logghi con google prima di iniziare una ricerca non verrà tracciato nell’analytics dei webmaster, non vale lo stesso con le campagne Adwords, che non terranno conto di questo fattore, quindi sembra una mossa di mercato volta a spingere i webmaster e i seo expert a prediligere campagne Adwords per avere risultati più veritieri riguardanti gli introiti del loro sito.

Resta però il fatto che da fine 2011 tutti gli utenti che navigano ed effettuano ricerche tramite google se sono loggati verranno indirizzati nella versione crittografata del sito ovvero quella con “https” al posto di “http” e le loro ricerche verranno svolte nel pieno rispetto della privacy.

Questo è stato un duro colpo per tutti i web master che ora hanno risultati sfalsati e insieme all’arrivo dei nuovi algoritmi “panda” e “penguin” ha contribuito a complicare sempre di più la vita di chi si guadagna da vivere lavorando sul web.

Inizialmente Marc Cutts disse che la percentuale dei risultati “not provided” sarebbe stata molto bassa e poco incisiva, invece spesso e volentieri i risultati delle parole not provided hanno raggiunto picchi dal 7 ad addirittura il 14%; percentuali decisamente importanti per chi gestisce un blog e deve sapere quali sono le keyword con le quali è più competitivo, sia per diversificarle e acquisire nuovi utenti sia per continuare a spingerle e fidelizzare il maggiormente possibile gli utenti già presenti nei suoi ranghi.

Che piaccia o meno le parole “oscurate” sono entrate a far parte della vita di tutti i webmaster e tutti stanno cercando di conviverci al meglio possibile, chi con buoni risultati, chi con pessimi, infatti sono sempre maggiori i siti internet che per una ragione o per un’altra stanno chiudendo i battenti; questo nuovo cambiamento avrà influito? Nessuno può dirlo con certezza, ma in molti pensano di si.

Richiedi Informazioni

    Messaggio*:

    Condividi
    •  
    •  
    •  
    •  
    •  
    •