tecniche no seo friendlyUna tecnica di spam utilizzata in ambito Seo potrebbe essere il “Keyword Stuffing”, che ha come obiettivo l’interesse di aumentare la quantità di volte in cui viene ripetuta una keyword in un articolo, una pagina di un sito web o qualsiasi contenuto testuale della rete.

Questa tecnica viene interpretata male dai motori di ricerca, in particolare da Google che sta attivando mezzi di verifica molto sofisticati, che penalizzano conseguentemente il contenuto in questione.

Una key density troppo alta, appunto una densità di parole uguali ripetute, determina infatti penalizzazioni e declassamento da parte del motore di ricerca, infatti la si può far rientrare nell’insieme di strumenti che compongono le cosiddette strategie Black Hat Seo, spesso utilizzate da un seo specialist per ottenere un rapito riscontro nel posizionamento nella serp del motore di ricerca, un atteggiamento frettoloso che dopo il successivo picco positivo determinerà un declino inevitabile.

Perciò di consiglia di fare molta attenzione a non esagerare con questo tipo di ripetizioni, che se è vero che da un lato favoriscono l’indicizzazione,come abbiamo notato, dall’altro possono favorire anche penalizzazioni, si tratta di un atteggiamento innaturale e forzato che il motore di ricerca interpreta appunto come tale e quindi procederà con provvedimenti da prendere.

Se esiste un reale bisogno di questo tipo di ripetizioni, semplicemente perché il testo lo richiede, e non si vogliono incontrare penalizzazioni che possono portare anche all’espulsione, si consiglia di utilizzare sinonimi o frasi simili per evitare lo sconfinamento nella tecnica spam.

Richiedi Informazioni

    Messaggio*:

    Condividi
    •  
    •  
    •  
    •  
    •  
    •