on off site workPartendo dal presupposto che un sito internet non si posiziona da solo nei primi posti nelle ricerche su Google dobbiamo capire come fare a scalare la classifica.

Per fare SEO non esiste una guida specifica che spiega in ogni situazione quale sia la scelta giusta da fare o da non fare, quindi spesso si va a tentativi e col passare del tempo e l’aumentare di esperienza ognuno si crea una propria linea base che segue nel tempo.

Per poter posizionare un sito internet ovviamente bisogna fare essenzialmente una prima distinzione, ovvero lavori “On Site” e lavori “Off Site”.

La distinzione tra questi due tipi di lavori, come dice la parola, è che lavori fatti on site sono quelli che riguardano i contenuti del sito, che devono essere ottimizzati per il motore di ricerca con un numero accettabile di key density (ne troppo alto, ne troppo basso), essere ottimizzati per i navigatori, e soprattutto con un codice di scrittura il più pulito possibile, nonché con una buona, quindi facile e comprensibile, navigabilità.

I lavori che si possono fare off site invece riguardano le campagne link, ovvero gli scambi link, oppure la sponsorizzazione e pubblicità su altri siti simili al nostro, la creazioni di pagine parallele sui vari social network, per dare maggiore visibilità al sito internet e tutto ciò che può giovare al sito ma che non si debba fare sul sito stesso.

Quando si opera off site, ad esempio con campagne link, bisogna stare molto attenti a quali siti si chiede il link e a quali siti si dà il link, infatti se si scambiano i link con siti penalizzati da google, o con siti che non hanno niente a che fare con il nostro business si rischia di incorrere noi stessi in penalizzazioni da Big G.

Anche quando si lavora on site bisogna stare molto attenti, nel non duplicare pagine o contenuti, nel tenere sempre aggiornati i nostri siti, senza spammare o usare volutamente la stessa key più e più volte nello stesso articolo o in più pagine del sito rendendolo palese agli occhi dei motori di ricerca.

Dopo aver eseguito il tutto con i dovuti accorgimenti il sito dovrebbe iniziare a posizionarsi pian piano, e se il nostro impegno è costante, in linea teorica, si dovrebbero ottenere buoni risultati nel lungo periodo.

Quelli sopra elencati sono white hat seo metod, che nel lungo periodo danno i loro frutti al contrario dei black hat seo metod che mirano ad una rapida e poco duratura ascesa del sito internet che nel lungo periodo vede sprecati tutti i nostri sforzi causa ban da parte dei motori di ricerca, come abbiamo già chiaramente detto nell’articolo dedicato a questi due metodi di posizionamento.

Richiedi Informazioni

    Messaggio*:

    Condividi
    •  
    •  
    •  
    •  
    •  
    •